Iorio Immobiliare News

IMU 2021: come si calcola, quando si paga e le novità introdotte

IMU 2021: come si calcola, quando si paga e le novità introdotte

Rosita 21/05/2021

La scadenza della prima rata IMU 2021 si avvicina, vediamo nel dettaglio cosa è cambiato quest’anno rispetto alla tassa sulla casa grazie anche alle previsioni introdotte della legge di bilancio e dal decreto sostegni.

Innanzitutto ricordiamo che i termini per il pagamento restano invariati: quindi prima rata il 16 giugno, con il versamento dell’acconto dell’imposta, e 16 dicembre il saldo.

Per quanto riguarda le aliquote dell'Imu 2021, la prima rata dovrà essere versata con le aliquote approvate dal Comune per il 2020, qualora non fosse già presente il regolamento aggiornato. Per quanto riguarda invece la seconda rata o saldo dell'Imu 2021, si prenderà come riferimento le aliquote approvate dal Comune per il 2021 e pubblicate sul portale del Mef entro il 28 ottobre 2021.

Si ricorda, inoltre, che, come previsto dalla legge di Bilancio 2020, l'aliquota base dell'IMU 2021 per la seconda casa è fissata all’8,6% con la possibilità per i Sindaci dei Comuni in cui è ubicato l’immobile di azzerarla o di aumentarla fino al 10,6%. 

Le altre aliquote fissate dalla legge di bilancio 2020 sono le seguenti:

  • 0,1% per i fabbricati rurali strumentali;
  • 0,1% (con possibilità di aumento fino allo 0,25%) per gli immobili merce non locati dalle imprese costruttive;
  • 0,76% per i terreni agricoli;
  • 0,76% per i fabbricati D.

A pagare l'Imu 2021 saranno le prime case di lusso, accatastate come A1, A8 e A9 (le villette accatastate come A7 sono escluse dal pagamento IMU). 

Inoltre l'Imu 2021 è dovuta sulle seconde case e sugli altri immobili. Per quanto riguarda gli immobili diversi dall'abitazione principale è inoltre prevista una riduzione del 50% della base imponibile per:

  • una sola unità immobiliare a uso abitativo posseduta sul territorio italiano dai pensionati all'estero
  • fabbricati dichiarati di interesse storico o artistico
  • fabbricati dichiarati inagibili o inabitali
  • unità immobiliari concessi in comodato d'uso dai parenti di primo grado in linea retta che la utilizzino come abitazione principale

Come calcolare l’IMU 2021. La base imponibile sulla quale si applicano le aliquote decise dai comuni è sempre la rendita catastale rivalutata del 5% e moltiplicata per i coefficienti previsti da ciascuna tipologia immobiliare. 

Chi non paga l’IMU 2021. La legge di bilancio e il decreto Sostegni hanno previsto l'esonero dal pagamento della prima rata Imu 2021 del 16 giugno per una serie di categorie e in particolare:

  • stabilimenti balneari marittimi, lacuali e fluviali, stabilimenti termali;
  • alberghi, pensioni e relative pertinenze, agriturismi, villaggi turistici, ostelli della gioventù, rifugi di montagna, colonie marine e montane, affittacamere per brevi soggiorni, case e appartamenti per vacanze, bed & breakfast, residence e campeggi, a purché i relativi soggetti passivi siano anche gestori delle attività esercitate;
  • immobili in uso da parte di imprese esercenti attività di allestimenti di strutture espositive nell’ambito di eventi fieristici o manifestazioni;
  • discoteche, sale da ballo, night-club e simili, a condizione che i soggetti passivi siano anche gestori delle attività esercitate.

Condividi/Stampa

Hai bisogno di maggiori informazioni?

Leggi l'informativa