Iorio Immobiliare News

Sanzioni per mancata o tardiva registrazione del contratto di locazione. Vuoi evitarle? Affidati a Iorio Immobiliare

Sanzioni per mancata o tardiva registrazione del contratto di locazione. Vuoi evitarle? Affidati a Iorio Immobiliare

Admin 05/09/2020

Lo sai che se non registri il contratto di locazione all’Agenzia delle Entrate incorri in sanzioni? Infatti, nel caso in cui tu abbia stipulato un contratto rispetto ad un immobile di cui risulti essere proprietario, usufruttuario e così via, omette il definitivo passaggio all’Agenzia delle Entrate comporta una serie di conseguenze. 

Partiamo innanzitutto col dire che, indipendentemente dall’ammontare del canone annuo pattuito, è assolutamente obbligatorio effettuare la registrazione del contratto di locazione. Unica eccezione è prevista per quei contratti che prevedono una durata non superiore ai trenta giorni.

Termini per la registrazione del contratto di locazione. I contratti devono essere registrati all’Agenzia delle Entrate: 

  • entro 30 giorni dalla data di stipula (quindi materialmente la firma del contratto)
  • entro 30 giorni dalla data di decorrenza laddove fosse antecedente a quella di sottoscrizione

Sanzioni per omessa o tardiva registrazione del contratto di locazione. In base alle disposizioni contenute nell’art. 65 del D.P.R. n. 131/1986 le sanzioni sono le seguenti: 

  • Entro i 30 giorni la sanzione va dal 60% al 120%
  • Oltre i 30 giorni la sanzione prevista va dal 120% al 240% con un minimo di 200,00 euro
  • In caso di occultamento del canone invece la sanzione va dal 240% al 400%

Va inoltre precisato che, in caso di omissione o tardiva comunicazione, sia per una prima registrazione che per un adempimento successivo è data la possibilità di potersi mettere in regola attraverso il ravvedimento operoso che costituisce comunque il pagamento di una sanzione amministrativa ma in una percentuale ridotta rispetto a quella ordinaria prevista dalla disposizione normativa di cui sopra.  

Chi deve registrare il contratto? Solo nel caso di prima registrazione, l’obbligo di comunicazione e successiva registrazione ricade sul locatore ripartendo le spese al 50%, nel caso di pagamento delle spese di imposte di registro; per gli adempimenti successivi invece può procedere anche il conduttore. Va però precisato che nel caso di omessa o mancata registrazione, si parla di corresponsabilità. 

Registrare un contratto di locazione secondo la procedura standard può quindi risultare più complesso del previsto: si va dall’accreditamento, all’utilizzo di procedure telematiche, autenticazione di file e ricevute e così via. Prassi, quindi, che comporta un considerevole dispendio di tempo ed energie oltre al concreto rischio di commettere errori che potrebbero, successivamente, tramutarsi in sanzioni.

La soluzione? Se sei qui allora è più semplice del previsto: basta rivolgersi alla nostra agenzia, fornire alcuni documenti e a tutto il resto pensiamo noi attraverso un supporto altamente competente rispetto a tutto ciò che riguarda l’assistenza tecnica e documentale.

 

Condividi/Stampa

Hai bisogno di maggiori informazioni?

Leggi l'informativa